Tradizione, qualità ed export

Il Parmigiano Reggiano ed il Grana Padano di Mulino Alimentare: grandi protagonisti del mondo gourmet italiano

Il sistema agroalimentare italiano sta attraversando un profondo processo di cambiamento dovuto in gran parte all’evoluzione della domanda. Ciò che cambia sono soprattutto i modelli di consumo, con maggior attenzione al rapporto qualità prezzo e al servizio. Oltre alla metodologia di preparazione e servizio, i consumatori si aspettano infatti che i loro alimenti siano sani, sicuri e vogliono essere informati sempre meglio sulla composizione, il valore nutrizionale esatto, l’origine di ciò che mangiano. Se per alcuni prodotti alimentari spesso si tratta di richieste per certi versi inedite, il rispetto di queste caratteristiche è invece da sempre una peculiarità che contraddistingue molti formaggi italiani a partire dal più nobile e conosciuto: il Parmigiano Reggiano. Il Re dei formaggi da sempre rappresenta una delle più alte eccellenze alimentari italiane e di quelle aziende che nel tempo hanno saputo arricchirlo di nuovi contenuti di servizio e innovazione, pur rimanendo fedeli alla storia e alla tradizione di un prodotto così prezioso, conosciuto e che contrariamente al mercato domestico conserva ancora grandi potenzialità di sviluppo nei mercati esteri extra Europei. Proprio nel cuore stesso della fortezza alimentare italiana, Parma, è nata e si è sviluppata negli ultimi 25 anni Mulino Alimentare SpA, azienda specializzata nella lavorazione e confezionamento di Parmigiano Reggiano, Grana Padano, Pecorino Romano e altri formaggi duri italiani a forte vocazione territoriale e mercato potenziale mondiale. Cresciuta rapidamente e in modo solido, grazie all’impegno di giovani manager capaci e con una spiccata vocazione ai mercati esteri, oggi l’azienda parmigiana ha acquisito un respiro internazionale esportando circa il 75% del suo fatturato, oltre ad essere ben posizionata anche nella GDO e nella grande ristorazione con alcuni brand di rilievo come “Margi”, ”Antico Caseificio Italiano”, “Caseificio Boiardo” (in filiera), e “Formaggeria Reggiana”. A questi marchi commerciali di proprietà esclusiva, vanno affiancate le prestigiose Private Label prodotte per conto di alcune delle più importanti catene della Grande Distribuzione europea e di oltre oceano. “Siamo diversificati non solo come brand – spiega l’amministratore unico Claudio Guidetti – ma anche come mercati. In particolare ‘Antico Caseificio Italiano’ propone una vasta gamma di prodotti che unitamente al nuovo ‘Caseificio Boiardo’, sono orientati prevalentemente verso la GDO estera e sono diventati la punta di diamante della nostra produzione. Una linea nuova che stiamo curando da tempo e preparando per il lancio è la linea gialla “Bonito Club”, che utilizzerà unicamente formaggi di alta stagionatura e qualità, dedicata al mondo dell’infanzia, per una sana merenda. Altro punto di forza della nostra azienda, sono i prodotti grattugiati e in scaglie o fette proposti per il Parmigiano Reggiano, Grana Padano, Pecorino Romano e in Mix. Quello che comunque caratterizza ogni nostra produzione è il servizio, la qualità, il rispetto della tradizione e la selezione continua, sia delle materie prime che dei caseifici e dei partners industriali”. Proprio in questi giorni è stato siglato un accordo esclusivo di fornitura e partnership di lungo termine con il moderno e storico Caseificio Boiardo di Scandiano, nelle prime colline di Reggio Emilia, produttore di ottimo Parmigiano Reggiano da destinare ai mercati esteri più esigenti di oltre oceano in filiera. Un accordo che nell’arco di 3/5 anni porterà il Boiardo a produrre per Mulino Alimentare oltre 35 mila forme del Re dei formaggi. Oggi, dunque, l’azienda emiliana si muove in un panorama commerciale vario e complesso e rappresenta una delle maggiori realtà esportatrici di Parmigiano Reggiano. Nel 2016 è prevista l’inaugurazione del nuovo insediamento industriale a Parma, a pochi metri dal casello autostradale, con caseificio, sale lavorazioni divise in reparti e per tipologie di prodotto, magazzino di stagionatura e area logistica in un unico polo integrato della filiera del Parmigiano Reggiano. Questo il mix imprenditoriale alla base del successo di Mulino Alimentare SpA la cui vocazione all’internazionalizzazione è sempre stata una delle prerogative principali, sviluppata grazie a importanti quote di export sviluppate in Europa, Canada, Stati Uniti, Messico, America del Sud, Sud Africa e persino nei lontani Giappone e Corea. Sul fronte interno, oltre a consolidare la presenza nei principali canali della GDO è invece previsto un ulteriore sviluppo nel settore dell’Ho.Re.Ca. “Il nostro obiettivo – conclude Claudio Guidetti – è quello di far crescere i marchi nei rispettivi segmenti di settore. Con la consapevolezza che la partita si gioca esclusivamente sulla qualità, filiera produttiva completa e servizio. Il marketing può solo trovare gli strumenti più adatti e i canali più giusti a comunicarla, ma per fortuna il vero asse portante del successo commerciale è sempre l’unicità e qualità dei prodotti straordinari del nostro Paese, che sanno soddisfare tutti i palati, da quelli dei bambini e meno esperti fino a quello, maturo e sofisticato, del consumatore più esigente che anche in un semplice bocconcino di Parmigiano Reggiano cerca sempre il meglio dell’Italia: la storia, la tradizione e l’eccellenza”. Esattamente ciò che da oltre 25 anni porta sulle tavole in tutto il mondo Mulino Alimentare SpA