Sicurezza per l’ambiente, valore ed efficienza: Contarina Spa un sistema di gestione integrata dei rifiuti che nasce da una realtà pubblica d’eccellenza

Il rifiuto dalla A alla Z. Un ciclo continuo che Contarina Spa, società pubblica trevigiana impegnata nel settore dei rifiuti e dell’igiene ambientale per il territorio del Consiglio di Bacino Priula, ha reso virtuoso passando attraverso la raccolta, il trattamento, il recupero e la valorizzazione. Traguardo ambizioso che l’azienda trevigiana raggiunge ed anzi migliora ogni giorno di più grazie a un servizio che ottimizza i costi, aumenta e migliora la qualità del materiale riciclabile raccolto salvaguardando così l’ambiente e le persone. Nata nel 1989 per progettare e gestire i servizi ambientali del territorio, nel corso degli anni ha visto allargarsi il suo bacino di intervento sino a diventare una realtà all’avanguardia a livello nazionale. Il servizio oggi è svolto in 50 Comuni della Provincia di Treviso, su un territorio che ha una superficie totale di circa 1.300 Kmq e circa 554.000 abitanti, attraverso un sistema integrato che considera il rifiuto dalla produzione, alla raccolta, al trattamento e recupero. Una massa critica importante che però non ha mutato i valori identitari e la propria vision aziendale: dare valore e qualità all’ambiente per offrire alle persone la possibilità di vivere in armonia con il territorio. “La storia di questi tre lustri di attività – afferma Franco Zanata, presidente di Contarina – ci dice che, grazie a una vera e propria rivoluzione culturale che ha avuto come protagonisti innanzitutto i cittadini, il modello di raccolta differenziata di Contarina ha raggiunto standard di efficienza che sono un esempio a livello nazionale e internazionale. La rivoluzione culturale della differenziata è infatti la vera innovazione a cui, in tema di gestione ambientale, devono puntare tutti i territori di un Paese, il nostro, in cui ancora troppo spesso il rifiuto resta uno spreco e quindi anche un pericoloso elemento inquinante”. Il rapido sviluppo tecnologico che ha caratterizzato i processi di recupero e riciclaggio dei rifiuti ha avuto conseguenze importanti non solo sulla quantità e qualità dei rifiuti che si possono raccogliere e riciclare ma anche sulla salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali. Ed è esattamente questa la sfida raccolta dalla società di servizi Contarina, pronta a lanciare il suo sistema anche su palcoscenici nazionali. “Si tratta di una sfida molto importante, la nostra società incarna infatti un nuovo paradigma in cui troviamo, all’interno di un sistema pubblico, i valori propri e fondanti del processo industriale. Tutto ciò ci impone, oltre che garantire sempre un servizio efficiente, anche l’assicurare il soddisfacimento delle legittime aspettative di tutti gli stakeholder”. In un’ottica di green economy sono dunque interventi fortemente innovativi quelli messi in campo da Contarina, sia dal punto di vista metodologico che tecnologico, per giunta con caratteristiche esportabili anche in altre realtà nazionali e internazionali. “Uno dei punti di forza del sistema Contarina – conclude il presidente Zanata – è proprio la sua replicabilità. Mantenendo fermi i valori di fondo e gli obiettivi che ci guidano, è infatti possibile applicare il sistema porta a porta in qualsiasi situazione, elaborando le soluzioni più adeguate rispetto alle peculiari caratteristiche del territorio di riferimento. Per questo crediamo sia importante non solo continuare a migliorare la nostra attività sul territorio veneto, ma contribuire anche a diffondere nel settore le migliori pratiche per influenzarlo positivamente”. Non essendo possibile evitare la produzione di rifiuti, occorre quindi concentrare gli sforzi per riuscire a ridurli e a trasformarli da problema a valore. E proprio su queste linee la Provincia di Treviso in questi anni si è rivelata banco di prova ideale per lo sviluppo degli innovativi processi di raccolta, trattamento e recupero messi in atto da Contarina, che ormai si trova da anni ai vertici europei in termini di raccolta differenziata. Gli ulteriori vantaggi messi in campo da Contarina riguardano l’ottimizzazione delle risorse, non solo rispetto all’efficiente rete integrata e perfettamente adeguata di impianti e mezzi, ma anche in relazione all’indotto economico e produttivo generato: l’azienda conta oggi circa 650 dipendenti e attesta un forte legame con il territorio attraverso la natura dei propri rapporti commerciali; degli oltre 750 fornitori con cui collabora Contarina più di 500 hanno sede legale in Veneto. In un’ottica sempre più internazionale la società veneta guarda da sempre al futuro e, grazie al know-how maturato in oltre venticinque anni di attività, compie molteplici attività di consulenza e strategia pianificando, progettando e fornendo assistenza tecnica all’implementazione delle migliori pratiche di riduzione e riciclo dei rifiuti. Crescita economica e produzione di rifiuti sono due variabili direttamente collegate. Contarina Spa chiude il ciclo minimizzando gli effetti sull’ambiente e trasformando i rifiuti in nuove risorse.