Numero di Settembre 2012

A caccia dei tesori di casa nostra

Certe volte mi chiedo perché, mentre siamo così pronti a guardare cosa
c’è al di là del confine, fatichiamo così tanto anche solo a conoscere le
cose vicino a noi. Pensiamo al territorio e allo straordinario valore assoluto
che riveste in tantissime produzioni di qualità, una su tutte, per fare un
esempio, il vino, un settore nel quale l’Italia eccelle a livello mondiale.
Io abito nel Comune di Roncade, nella bassa trevigiana, ebbene questa
piccola località, che affonda le sue radici storiche all’epoca dei romani
e che ebbe importanza strategica dal Medioevo sino alla Repubblica di
Venezia, è un luogo di incomparabili bellezze naturali e artistiche, dalle
rive del Sile, che scende sino alla laguna veneta, allo splendido Castello
Giustinian, una terra capace di donare eccellenze uniche nel campo
dell’agroalimentare, come il famoso radicchio Verdon. Ma quante persone
lo sanno? Temo che siano davvero molto pochi. Ecco perché, da ora in
avanti nei prossimi numeri, sarò sempre più attento a evidenziare tutte
quelle eccellenze che nel territorio trovano il giusto connubio e quindi la
loro esaltazione con l’alta qualità.
In questo numero di Italia Più cominceremo il nostro percorso dalla parte
meno conosciuta della Sicilia, in un viaggio fra i borghi del messinese,
per poi passare nel Friuli-Venezia Giulia alla scoperta dei grandissimi
vini di questa terra di confine. In Piemonte parleremo delle eccellenze
enogastronomiche del triangolo Cuneo-Saluzzo-Mondovì mentre per quanto
riguarda la Lombardia ci occuperemo dei preparativi che vedono impegnata
la splendida Cremona in vista dell’Expo 2015 di Milano. Passeremo quindi
nel Lazio per le bellezze naturali e artistiche della zona dei Castelli Romani,
in Campania per visitare l’Irpinia e infine approderemo nel Veneto, a Padova
e nella sua meravigliosa provincia, per esaltarne i punti di eccellenza.
Vi auguro buona lettura e arrivederci al prossimo numero