“Valori” e “valore” : i pilastri del successo

Con 4 business units, Aetna Group conferma il suo successo internazionale nel settore del packaging

Una tradizione imprenditoriale lunga e di successo, un solido patrimonio di Valori e l’innovazione costante come principio guida per anticipare le esigenze del Mercato. Sono questi i pilastri su cui poggia la leadership di Aetna Group, l’azienda italiana capace di vincere la sfida globale in un settore estremamente competitivo come quello del packaging.

La tradizione imprenditoriale è quella della famiglia Aureli, che ormai da 60 anni e tre generazioni è sinonimo di visione, competenza e coraggio nell’affrontare i cambiamenti sempre più rapidi e imprevedibili imposti dal Mercato. Il fondatore e Presidente Alfredo Aureli e gli Amministratori Delegati – i figli Enrico e Valentina – rappresentano la garanzia di serietà e di continuità aziendale che rappresenta un ulteriore valore aggiunto per ogni prodotto, ogni servizio e ogni soluzione proposti dai marchi Aetna: Robopac, Robopac Sistemi, Dimac e Prasmatic.

Una garanzia che poggia prima di tutto su una solida Cultura d’impresa. Gestire un’azienda significa certamente far tornare i conti, ma ancora di più significa dare all’impresa quella Cultura che le garantisce continuità e successo al di là dell’imprenditore o del management. “Mio padre, che per primo ha dato avvio alla nostra tradizione imprenditoriale – spiega Alfredo Aurelinon ha mai smesso di ripeterci che l’azienda è al di sopra di tutti e che il Cliente è sempre al primo posto. È una lezione che non ho mai scordato nella mia carriera imprenditoriale e che sono orgoglioso abbiano condiviso i miei figli”.

 

È da queste solide radici che nasce la Cultura Aetna, che in 30 anni di vita dell’azienda è diventata una piattaforma di Valori nella quale si riconoscono tutti i collaboratori, in qualunque parte del mondo si trovino ad operare. Dallo scorso anno il Gruppo si è dotato di un proprio Libro dei Valori, un Decalogo di principi che rappresentano lo stile di ogni uomo e donna Aetna. Non una semplice enunciazione, però, ma una vera e propria “mappa” che si concretizza nel day by day attraverso comportamenti, azioni e atteggiamenti quotidiani adeguati ad un’azienda che opera in oltre 120 Paesi nel mondo e che aspira a crescere costantemente confrontandosi con i colossi internazionali.

Già da qualche anno avevamo cominciato a dare una forma precisa alla nostra idea di Cultura d’impresa – spiega Valentina Aureli, che con il fratello Enrico condivide la responsabilità della gestione dell’azienda – e l’anno scorso abbiamo capito che era il momento giusto per rendere esplicito questo nostro sentire. In due direzioni: verso l’esterno, per far comprendere ai clienti che si trovano di fronte non a un semplice fornitore ma a un partner in grado di affiancarli per far crescere il loro business; ma anche verso l’interno, per fare di questa nostra Cultura familiare internazionale un patrimonio di tutta l’azienda. Siamo convinti infatti che un’impresa possa crescere e mantenersi sana solo se ogni suo componente parla un linguaggio comune ….ha un orientamento comune”. Il passaggio immediatamente successivo al Libro dei Valori è stata la certificazione etica di Aetna Group da parte di Bureau Veritas (leader a livello mondiale nei servizi di controllo, verifica e certificazione per la Qualità, Salute e Sicurezza). “Si tratta di una sfida che il Mercato ci ha lanciato – illustra Enrico Aurelie che noi abbiamo raccolto immediatamente come opportunità per crescere ulteriormente e per migliorare costantemente i nostri processi. Per noi è una grande fortuna servire grandi multinazionali come Coca Cola, Nestlè, Pepsi e tante altre, perché le loro crescenti esigenze significano altrettante opportunità di crescita”.

 

Ma come si traduce, in concreto, questa potente Cultura aziendale? Innanzitutto in numeri. Aetna è oggi un Gruppo leader nel mondo che conta 500 collaboratori, 6 filiali, la presenza in oltre 120 Paesi, un servizio assistenza globale  e un fatturato annuo di 105 milioni di Euro attraverso 4 marchi – Robopac, Robopac Sistemi, Dimac e Prasmatic – che coprono tutte le richieste del Mercato, dalle macchine avvolgitrici semiautomatiche con smart technology alle soluzioni automatiche all’avanguardia, dalle macchine fardellatrici industriali alle soluzioni di confezionamento “tailor made”.

Una realtà solida che garantisce professionalità e continuità nel tempo, valori sempre più rari nel settore.

Ma Cultura aziendale significa anche Cultura dell’innovazione. Che in concreto si traduce in Technology Lab. “I nostri Technology Lab sono finestre aperte sul futuro – prosegue Enrico Aureligrazie alle quali clienti e partner possono toccare con mano le soluzioni più innovative proposte dai marchi del Gruppo e testare dal vivo le macchine che produrremo per loro. Un’opportunità data anche a chi non può fisicamente spostarsi nei nostri stabilimenti, grazie alla possibilità di svolgere i test da remoto in qualsiasi parte del Mondo ci si trovi”.

È questa costante passione per l’innovazione che ha portato Aetna a ribaltare il paradigma rispetto al proprio Mercato. “Non rappresentiamo più l’ultimo anello della produzione – spiega Enrico -, bensì il primo e più forte anello della logistica”. Numerosi studi hanno infatti ormai accertato che le aziende perdono miliardi di Euro o di Dollari in merce da buttare perché arrivata rovinata sugli scaffali. Biscotti sbriciolati, confezioni deformate, prodotti dispersi sono solo alcuni degli effetti negativi causati da metodi di confezionamento sbagliati. “Grazie ancora ai Technology Lab siamo in grado di fornire ai nostri clienti una preziosa consulenza sia sullo schema di pallettizzazione più adeguato alla confezione da trasportare, sia sulla migliore modalità di packaging in grado di conservare integro il prodotto fino al consumatore. Per il cliente significa un enorme vantaggio in termini di risparmio sulla merce e di razionalizzazione dei costi”.

In Aetna Group, spiega soddisfatto Alfredo Aureli –  è evidente come Valori e Cultura si traducano concretamente in Valore Aggiunto, prima di tutto per i Clienti – che trovano un Partner capace di assecondare, e anche di anticipare, le proprie esigenze; ma anche per il Gruppo, che grazie alla propria crescita culturale garantisce il proprio sviluppo economico.