Speciale Veneto Marzo 2014

CON IL CUORE E CON LA MENTE

Natura, cultura, storia e industria. A Verona la primavera ha mille volti ma una sola anima

Una prima timida  oritura nei giardini, ombre diverse e più decise sui prati, e su tutto uno spirito nuovo e carico di promesse. Niente da fare, ogni anno la magia si ripete e la giovane primavera ci sorprende sempre costringendoci a sincronizzare le lancette del corpo e della nostra mente su un tempo nuovo. E così succede anche questa volta quella sottile voglia di lentezza che assale tutti ai primi raggi del nuovo sole. Vietato però fermarsi o perdere l’attimo perchè nell’aria si respira un’energia che non bisogna assolutamente disperdere. Dunque in sella, Si parte per un nuovo viaggio e la meta è ancora Verona. Questa, non ci stancheremo mai di ripeterlo, è una terra di solide tradizioni, poche chicchere, nessuna esagerazione, solo sapori schietti e sinceri. In tutto, nel cibo, nei suoi straordinari vini, nelle passioni e ovviamente anche nelle storie di uomini e industrie che hanno saputo resistere ai venti della crisi e che oggi parlano un linguaggio nuovo, fatto di coraggio, investimenti mirati, sviluppo di nuove idee e apertura verso nuovi mercati. E il bello è che pare proprio si stia vincendo: nuove aziende si affacciano sul panorama provinciale, quelle di tradizione  si consolidano e si irrobustiscono e tanti giovani carichi di passione, speranza e voglia di fare si rimboccano le maniche. Insomma, la sintassi segreta della città, tutta raccolta tra le pietre antiche e lo sviluppo di nuovi quartieri e zone industriali,  sembra una metafora perfetta della nuova primavera che stiamo vivendo e ci racconta la storia, la cultura ed il paesaggio con la stessa misura e la stessa forza con cui ci racconta i nuovi successi sul piano economico, cultuale e industriale. La sceneggiatura del nostro viaggio a Verona parte insomma da una angolatura ormai consueta, nuovo e inaspettato casomai è il racconto, illuminato da incontri sorprendenti. E a far da sfondo, atmosfere italianissime e charme internazionale per un territorio che ha mille vetrine ma una sola anima. Un luogo magico dove le storie del passato si intrecciano con la vita di tutti i giorni e insieme scrivono la trama del futuro. Una contraddizione che non stride perchè questa è una terra seria e paziente, che non conosce la fretta ma solo il ritmo. Quello giusto in ogni occasione ovviamente, che sia il ritmo delle stagioni, quello della terra o di una natura umana coraggiosa e intraprendente. Tempo, ambiente, tradizione e tanta energia. A voler riassumere la ricetta perfetta per tutti i successi di questa terra  si  nisce sempre li, anche se poi resta anche un ingrediente segreto e impalpabile ma forse decisivo: la voglia di sognare che qui certo non manca. Ed ora tuf amoci nel racconto di questa primavera veronese. Presto nulla ci toglierà il piacere di un nuova partenza verso altre città e alla scoperta di nuove storie da raccontare, ma intanto godiamoci ancora e  no in fondo il caldo abbraccio di Verona e del suo territorio.