Numero di Giugno 2012

Immobilismo: malattia gravissima

Carissimi lettori di Italia Più, questa volta vorrei fotografare assieme a voi uno
dei peggiori mali dei nostri tempi: l’immobilismo. Mai come in questo periodo
così difficile si devono superare, per non dire eliminare, tutti quei falsi pudori,
quei tentennamenti, quelle false decisioni che in nome della democrazia, del
rispetto reciproco, di questa o quella convenzione sono purtroppo all’ordine
del giorno. La conseguenza di questo atteggiamento è che alla fine non
si prendono mai decisioni utili o, peggio ancora, si correggono, in difetto,
decisioni quasi esatte. Una volta tanti anni fa un caro amico – in verità molto
più di un semplice amico – mi disse che quasi tutte le persone pensano
che ciò che è quasi esatto sia praticamente esatto: questo è un errore
gravissimo perché in realtà “quasi esatto” è totalmente diverso da “esatto”,
nel migliore dei casi ne è una forma edulcorata, incompleta. Il mondo oggi ha
paura di prendere decisioni di qualsiasi genere in ogni settore: nel sociale,
nell’imprenditoria, nella politica, e tutto questo conduce ineluttabilmente
all’immobilismo mentre invece quello che bisogna fare è pensare a tutti,
avendo però ben presente il traguardo finale da raggiungere: solo questo
modo di pensare e di agire potrà portare un’attività a essere un’eccellenza
nel nostro splendido territorio. In questo numero di Italia Più inizieremo con
un excursus sulle montagne della Valle d’Aosta per poi proseguire con uno
speciale sul fascino dell’Argentario e, in Alto Adige, con uno sguardo sulla Val
Pusteria. Dopo un altro speciale dedicato alle meraviglie naturali delle Isole
Eolie andremo in Puglia, alla scoperta delle memorie di Federico II di Svevia
fra Andria, Barletta e Trani, e poi in Lombardia, nella provincia di Lecco così
magnificamente stretta fra le Alpi e il lago. Il nuovo progetto della Città Fiera
di Udine sarà il tema portante delle pagine dedicate al Friuli-Venezia Giulia,
e poi via a Piombino, in Toscana, a parlare dei Campionati Europei di Nuoto,
e ancora nelle Marche con il Consorzio Zipa della provincia di Ancona, che
ha interessanti progetti per lo sviluppo. In chiusura passeremo per l’Emilia-
Romagna per una chiacchierata con Stefano Vitali, presidente della Provincia
di Rimini, che ci presenterà la sua magnifica terra, e gran finale, una volta
tanto, in Veneto, alla scoperta dei talenti e delle risorse del Polesine, una terra
un tempo depressa ma che guarda al futuro con fiducia.
Auguro a tutti una buona lettura