L’evoluzione dell’ortofrutta

20 anni di successi, innovazione e altissimi standard qualitativi ­ firmati dalla Cooperativa Agricola OrtoRomi

OrtoRomi, top player nel settore ortofrutticolo, festeggia i 20 anni di attività. Era infatti il 1996 quando Elio Pelosin e Rino Bovo decisero di fondare l’azienda, una Srl partita dalle 2 unità produttive di Loreggia e Villanova di Camposampiero, entrambe nel padovano. E che successivamente, grazie alla trasformazione in Cooperativa Agricola prima, e all’ingresso nella compagine societaria del socio Giuseppe Senese poi, si è estesa ­ no al Cilento. Attualmente le business unit sono 2, site a Borgoricco (Pd) e a Bellizzi (Sa). Oggi l’azienda, in continua crescita, vanta numeri prestigiosi tra cui un fatturato che nel 2015 ha raggiunto oltre 75 milioni di euro, registrando un trend positivo del +13% rispetto all’anno precedente. I due stabilimenti produttivi occupano complessivamente 23.500 mq, dove trovano spazio le 45 linee di produzione, 30 di confezionamento e 15 di lavaggio, in cui vengono lavorati ogni giorno circa 1.000 quintali di insalate per un totale di 500mila confezioni prodotte. Sono 500 i lavoratori alle dipendenze della Cooperativa. Queste cifre, sicuramente molto importanti, sono possibili grazie ai valori sui quali OrtoRomi ha fondato e perseguito la sua attività che sono da sempre riassumibili in qualità, af­fidabilità, passione e innovazione. Elementi che si ritrovano in ogni prodotto e dai quali nasce la bontà che tutti riconoscono. La cooperativa per festeggiare i due decenni di crescenti successi lo scorso settembre ha organizzato un vero e proprio open day, una tre giorni aperta agli stakeholder che da anni collaborano con essa, quali clienti, fornitori e dipendenti, a testimonianza del fatto che il traguardo raggiunto in 20 anni non vuol essere un punto di arrivo ma uno stimolo per continuare a migliorare, insieme. Con l’occasione è stato uf­ficialmente inaugurato il nuovo stabilimento di Borgoricco, con un simbolico taglio del nastro durante il quale al ­ fianco della proprietà e della direzione generale di OrtoRomi erano presenti anche il presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti, con gli assessori Pan, Donazzan e Marcato, e i presidenti nazionale e regionale di Confcooperative, rispettivamente Gardini e Campagnaro. La soddisfazione e la commozione della proprietà è arrivata a tutti i partecipanti, che si sono sentiti grati di condividere con l’azienda un momento così importante di festeggiamenti. Così il direttore generale, Cristiano Detratti ha commentato l’open day di ­ ne settembre e l’andamento dell’azienda nel corso dell’anno. “Un’azienda cresciuta in fretta, che per qualche giorno si è fermata per onorare il raggiungimento di obiettivi e risultati, frutto del lavoro condiviso di dipendenti e collaboratori, ma proiettata verso un futuro ricco di traguardi e di s­ de nuovi. L’anno che stiamo concludendo ci vede ancora protagonisti in termini di valori, volumi e quote di mercato e i fattori che hanno determinato questi risultati sono riconducibili all’adozione di investimenti innovativi, nuovi prodotti mirati alle esigenze del consumatore, prodotti di qualità e servizio puntuale. Oggi – conclude Detratti – siamo consapevoli di poter fare sistema”. È evidente, dunque, che al di là del giusto sguardo al passato e agli ottimi risultati sin qui ottenuti, il successo di OrtoRomi sta anche nel saper sempre guardare avanti, in particolare verso i mercati esteri, dove poter recepire le tendenze di un settore in continuo fermento, con una clientela da soddisfare sempre più esigente, evoluta e informata. Proprio per questo una delle strategie adottate dall’azienda è la partecipazione alle più importanti kermesse europee, come la ­ era Fruit Attraction di Madrid e la FruitLogistica di Berlino, appuntamenti annuali durante i quali si ha l’opportunità di affacciarsi al panorama mondiale del settore ortofrutticolo e di captare le novità più interessanti e all’avanguardia, adattandole al mercato italiano. Partendo proprio da queste considerazioni sono state programmate e lanciate le ultime novità dell’azienda: da una nuovissima linea di ciotole Pausa Pranzo vegane, con arricchitori 100% vegani, al Kale, il superfood del momento, ricco di proprietà salutistiche e versatile in cucina, ai succhi Insal’Arte, estratti ottenuti direttamente da frutta e verdura selezionate, senza aggiunta di zuccheri, acqua o conservanti, con una varietà di gusti dai più classici come fragola, mango, arancia ai più particolari e di tendenza, come zenzero o melagrana. Cambiano, insomma, le tecnologie produttive, migliorano sempre di più gli standard qualitativi e funzionali, ma la ­ firma è la stessa di sempre: OrtoRomi.