MARELLI MOTORI: Grandi sfide oltre confine (Marzo 2014)

Internazionalizzazione e innovazione tecnologica: Marelli Motori è sempre più forte e competitiva nella sfida con le piattaforme produttive emergenti.

Qualità, potenza, precisione, affidabilità, flessibilità e servizio. Sono questi i termini di riferimento più utilizzati quando si parla delle produzioni Marelli Motori, requisiti essenziali che hanno permesso alla storica azienda italiana, fondata nel 1891 e oggi tra i leader mondiali nella produzione di generatori ad uso industriale e motori elettrici, di conquistare la fiducia del mercato anche in settori ad alta specializzazione quali la Cogenerazione, l’ Oil & Gas e il settore Marino. Marelli Motori fornisce macchine elettriche rotanti a clienti di più di 120 nazioni nei cinque continenti. D’altra parte chi opera sui principali mercati del mondo con un’esperienza che abbraccia tre secoli, come fa con grande successo la Marelli Motori, sa bene quanto conti agire secondo i più rigorosi standard qualitativi internazionali. Una responsabilità che accompagna la ”vision” e le scelte strategiche della grande azienda con sede ad Arzignano in provincia di Vicenza. Rigore ed attenzione che uniti alla grande capacità di innovazione tecnologica e alla  flessibilità operativa hanno giustamente attratto gli investimenti di grandi gruppi esteri, al punto che dalla scorsa estate Marelli Motori è entrata a far parte del Carlyle Group, uno dei più importanti fondi di investimento mondiali quotati sul listino tecnologico di New York Nasdaq. Questo ha permesso all’azienda di rafforzare la sua leadership internazionale, di enfatizzare i vantaggi competitivi accumulati e di espandere ulteriormente le proprie capacità di investimento per gli anni a venire. Il primo signi cativo successo in questa prospettiva è il recente accordo con il player mondiale Caterpillar, come sottolinea con giusti cato orgoglio l’amministratore delegato di Marelli Motori, ingegner Roberto Ditri. “Quello  firmato tra la nostra azienda e il colosso americano Caterpillar è un accordo storico giunto a conclusione di un lungo corteggiamento, nel corso del quale abbiamo vinto la concorrenza di grandi player francesi e americani. Ulteriore conferma, se mai ve ne fosse ancora bisogno, che anche in un settore così specializzato come quello in cui operiamo, il made in Italy di qualità non ha rivali. In una prima fase – prosegue Ditri – l’accordo prevede la fornitura di generatori per due stabilimenti della Caterpillar, in Cina e in Irlanda, specializzati nel settore della power generation industriale. Questo accordo si aggiunge a quello già in essere con Caterpillar Energy Solutions GmbH in Germania nel campo della Cogenerazione”. Il futuro si presenta ulteriormente promettente per le importanti  aree di possibile convergenza degli interessi industriali con la stessa CAT, ma anche con altri blasonati marchi quali Rolls-Royce, L3, Wartsila… Attualmente l’azienda vicentina ha due grandi siti produttivi. Il principale, la storica sede della Marelli Motori, è ad Arzignano dove sono impiegati 600 dipendenti sempre più specializzati nelle grandi macchine per applicazioni idroelettrica, marina, cogenerazione e Oil & Gas, mentre il secondo sito produttivo è in Malesia, centro di eccellenza per la produzione di alternatori per gruppi elettrogeni. Marelli Motori ha  poi importanti filiali e magazzini di stoccaggio negli Stati Uniti, in Germania, Inghilterra e in Sud Africa, oltre ad essere prevista la realizzazione di nuove  filiali commerciali in altri paesi, dove la richiesta di prodotti Marelli è in forte crescita. “Il nostro punto di forza è lo strettissimo rapporto con i clienti, conseguito e mantenuto grazie ad un team giovane, capace di muoversi rapidamente  in ogni parte del mondo, con alle spalle un grande know how aziendale, idee nuove e la capacità di lavorare in sinergia con i clienti per trovare sempre le soluzioni più appropriate. Questo rappresenta il nostro miglior biglietto da visita ed è la chiave di volta per affrontare le difficoltà e la grande concorrenza di un mercato globale come quello in cui operiamo”. Le cifre dicono che l’utilizzo di tecnologie elettromeccaniche è in continua crescita in tutto il mondo e le previsioni future si muovono su terreni ampiamente positivi, specialmente per quelle grandi aziende che, come Marelli Motori, vivono di continua ricerca, evoluzione, sviluppo tecnologico e sostenibilità ambientale; spunti di grande visibilità internazionale che però non trascurano mai il grande legame con il territorio. Un  lo rosso che da sempre lega Marelli Motori ed i suoi dipendenti, con cui è stato recentemente rinnovato un patto di lealtà,  fiducia e collaborazione reciproche che vanno oltre i contratti aziendali, anche nella circostanza del Family Day del settembre scorso, un grande evento che ha coinvolto tutte le famiglie dei lavoratori Marelli e non solo. Una grande festa locale che è diventata anche l’occasione per celebrare i grandi successi internazionali. Altre manifestazioni sono organizzate annualmente, tra le quali da ricordare il Concerto del Coro dei Crodaioli, che vede la partecipazione di tutta la Comunità. Anche il legame con il mondo dell’istruzione nell’area è forte e si esplicita attraverso collaborazioni con scuole superiori e Università per conferenze, opportunità di stages e tesi, così come con progetti di collaborazione e di ricerca con diversi atenei. Un modo per conoscersi e riconoscersi che cementa e quali ca sempre di più il rapporto dell’azienda con il territorio e la sua gente.Dunque, anche in un mercato così complesso è possibile accrescere la competitività sui mercati di tutto il mondo pur mantenendo il cuore pulsante in Italia? “Se guardiamo al percorso di Marelli Motori la risposta non può che essere affermativa. Si può e si deve – conclude l’ingegner Roberto Ditri – perché in effetti il valore e la riconoscibilità internazionale delle nostre produzioni sono rafforzate da un “saper fare” e da una  flessibilità tutta italiana che oggi rappresentano il nostro valore aggiunto insieme ad  una capacità ineguagliabile di fare squadra ed operare con una visione moderna all’interno di un’azienda che  al tempo stesso è proiettata nel mondo ed è volano dell’economia del territorio”.