COMUNE DI SIRMIONE

La penisola dei Poeti che affascina i turisti di ogni parte del mondo

Conosciuta come ‘la perla del Garda’ per la bellezza del paesaggio e l’armonia dei palazzi  e piazze del centro storico, la città di Sirmione (www.sirmionehotel.com) si snoda lungo una stretta lingua di terra nel cuore del lago di Garda. Posta sulla sponda meridionale del lago, in corrispondenza di una lunga penisola che divide i gol. di Desenzano e Peschiera, Sirmione è una meta rinomata anche per le proprietà curative della sua acqua termale. Per raggiungerla è necessario percorrere una strada circondata dall’acqua in entrambi i lati, e arrivati ai giardini che portano al  vecchio borgo è possibile ammirare la costa veronese ad est e la costa bresciana ad ovest. La penisola si allunga per circa quattro chilometri all’interno del Garda, offrendo panorami suggestivi ed un’acqua fra le più limpide di tutto il Benaco, mentre a sud il comune continua con le graziose frazioni di Colombare, Rovizza e Lugana, cuore della produzione del vino Lugana doc. Le origini di Sirmione risalgono al II millennio a.c., e nel corso dei secoli ha visto susseguirsi diverse dominazioni: dai Romani ai Longobardi, dagli Scaligeri ai Veneziani. Risalgono all’epoca romana le famose Grotte di Catullo, sorte laddove anche il poeta Catullo, il  più antico cantore ed estimatore della penisola, ebbe una residenza. All’età Longobarda si attribuiscono le principali chiese di Sirmione: San Martino, che si pensa coincida con l’attuale parrocchiale Santa Maria Maggiore, San Pietro in Mavino che sorge sull’omonima collina a pochi passi dal centro abitato e la chiesa dei Santi Vito e Modesto, una piccola cappella all’interno di un edi. cio a pochi chilometri dal centro, utilizzato oggi solo in occasione della festa dei due santi a giugno. Il periodo scaligero ha lasciato una firma assai importante: il Castello di Sirmione o Rocca Scaligera, celebre ingresso al borgo e immediato rimando alla perla gardesana. Voluto dal veronese Mastino della Scala nel 1259, il castello completamente circondato dall’acqua era destinato a scopi difensivi. Entrati dal ponte levatoio, è possibile accedere, percorrendo una scalinata di centoquarantasei gradini, alla sommità del mastio, da cui si gode una vista mozza. ato. Conosciuta come “la penisola dei poeti”, la fama di Sirmione compare nei canti di Catullo e in seguito si è estesa oltre i con. ni nazionali. La “venusta Sirmio” affascinò, tra gli altri, la regina Margherita, Giosuè Carducci, Ezra Pound, James Joyce e tanti altri. In tempi meno lontani, dalla seconda metà del ‘900, divenne una delle mete del jet-set internazionale, a partire da Maria Callas, una delle voci più belle della musica lirica. A lei è dedicato Palazzo Callas, uno splendido edificio in piazza Carducci, oggi destinato all’ospitalità di mostre e grandi eventi che si susseguono ogni stagione ed arricchiscono l’offerta culturale e turistica del borgo. Il centro storico è caratterizzato da stretti ed affascinanti vicoli e muri in pietra, che regalano ai visitatori scorci romantici e suggestivi. Da non perdere la Passeggiata delle Muse, che  dal centro storico giunge . no al Lido delle Bionde, una delle spiagge più attraenti del basso lago, e la passeggiata a lago che da Colombare giunge . no al centro storico. Al . anco delle bellezze architettoniche e paesaggistiche i turisti apprezzano i sapori tipici dell’enogastronomia del Garda, basata su tre elementi chiave della tradizione: il delicato olio extravergine di oliva prodotto su tutta la riviera, alcuni tipi di pesce, come il luccio, il carpione e il persico, e gli inconfondibili vini, primo fra tutti il Lugana, che ha ottenuto la denominazione di origine controllata nel 1967, a testimonianza del legame storico e inscindibile tra questo vino e il suo territorio (www.consorziolugana.it). Oggi Sirmione è una delle località turistiche più importanti del Lago di Garda: offre strutture sportive e ricreative attrezzate per praticare sport acquatici (windsurf, vela, etc.) e strutture alberghiere di standard internazionale in grado di soddisfare le richieste della clientela più esigente. L’Associazione Albergatori e Ristoratori di Sirmione da anni propone ai propri ospiti un’offerta diversi. cata e un’ampia gamma di strutture: hotel di charme, alberghi a conduzione familiare, B&B, residence, appartamenti, camping e ristoranti, a garanzia di una vacanza all’insegna del relax, del buon gusto e della buona tavola assaporando piatti della tradizione locale, ma anche della cucina italiana ed internazionale.